Non solo pavimenti: Cotto d’Este e lo spazio architettonico

Nelle opere architettoniche, così come nella scultura, lo spazio si sviluppa in maniera tridimensionale. In entrambi i casi, per osservare l’opera nella sua interezza, è necessario che l’osservatore cambi diverse volte il suo punto di vista.

L’impossibilità di avere una visione simultanea di tutto un edificio, e anche del suo interno e del suo esterno, fa leva sulla memoria dell’osservatore, che nella sua testa ‘ricostruisce’ le varie angolazioni percepite.

Il rapporto tra interno ed esterno e tra le superfici bidimensionali e quelle tridimensionali diventano quindi gli strumenti per la comprensione dell’intera opera.

All’interno di questa visione costruttiva, la possibilità di utilizzare il materiale ceramico sia negli interni che a livello strutturale, sia per i rivestimenti e le superfici piane che sui volumi, si presta a differenti utilizzi progettuali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Seguici sui social

facebook twitter/cottodeste instagram/cottodeste pinterest/cottodeste youtube/cottodeste linkedin/cottodeste

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di analisi” per elaborare statistiche e “cookies di terze parti”. Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa Clicca qui
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies
Andiamo avanti con le spedizioni.

L’Italia, come tanti altri Paesi nel mondo, sta combattendo una dura battaglia contro la diffusione del virus Covid-19.

Per contenere al massimo il numero dei contagi, il Governo italiano ha stabilito la chiusura temporanea e limitata nel tempo di molti settori produttivi.

Sono tuttavia permesse alcune attività specifiche di sorveglianza legate agli impianti produttivi a ciclo continuo quali quelli ceramici, ed è anche tutelata la necessità di garantire la spedizione dei materiali già in giacenza.

Pertanto i nostri magazzini e le nostre spedizioni restano operativi, nel rispetto delle recenti prescrizioni previste dalle autorità competenti. Il nostro personale continuerà dunque nel proprio lavoro per la preparazione e il carico delle merci, adottando tutte le precauzioni sanitarie e di sicurezza.

Grazie a soluzioni di smart-working implementate già da tempo, proseguono, inoltre, anche tutte le altre attività a supporto della vendita e i vostri referenti commerciali ed amministrativi sono disponibili, come sempre.

Confermiamo quindi, pur in una fase di fermata produttiva, la completa possibilità di effettuare ordini, consultare disponibilità, chiedere informazioni e ritirare il materiale presso i nostri magazzini.

25/03/2020